Adesso il Lerici fa sul serio

DOPPIO successo per il Lerici nelle acque quasi di casa di San Terenzo, che stravince nella categoria femminile,
con un predominio assoluto di fronte a un grande pubblico assiepato sulla scogliera sotto il castello e si
impone anche con i senior (anche se per soli 40 centesimi) mentre il Canaletto si impone al fotofinish, vincendo di un soffio (9 centesimi appena) nella gara junior, ripetendo il successo ottenuto nella settima prepalio del Fezzano.
Ancora una volta quindi sugli scudi Chiara Lazzoni, Sara Pintus, Tania Marone, Sara Galletti, timonate da Suami De Cicco, ormai benemerite della borgata con otto successi consecutivi sulle otto gare disputate, che vincono con il tempo di 5’52”33 mentre domenica scorsa a Cadimare si erano imposte in di 5’48”95. Al secondo posto, come sette volte su otto in questa stagione, il Cadimare in 5’58”81, vale a dire con un distacco di almeno tre imbarcazioni, terzo un brillante San Terenzo sospinto dal grande tifo dei borgatari che ha onorato con 6’01”09, la festa della borgata e le acque di casa. Al quarto posto Canaletto (6’03”38), poi Crdd (6’04”41), Fezzano (6’07”19), Fossamastra (6’10”90) e Tellaro (6’33”20).
Nella gara junior bellissimo testa a testa tra Canaletto e Crdd e con il Canaletto di Andrea Frascadore, Giacomo Cappelletti, Leonardo Gorrini, Luca Rapallini, timonati da Guendalina Lenelli, che la spunta in 5’39”31 (domenica scorsa a Cadimare aveva vinto il Marola in 5’40”84), secondo un Crdd in netta ripresa arrivato in 5’39”40, terzo un sempre brillante Marola in 5’41”66, poi Le Grazie 5’44”07, Muggiano (5’45”31) tre domeniche in crisi dopo i primi sei successi consecutivi, Fezzano (5’46”78), Cadimare (5’49”81), Lerici (5’53”16), Fossamastra (6’00”08), San Terenzo (6’00”33) e Venere Azzurra (6’02”33). Non si era presentato in acqua il Portovenere.
Ritorna quindi alla vittoria che gli mancava da sei settimane l’armo di Lerici composto da Giuseppe Liberatore, Alessandro Aluisini, Fabio Scantamburlo, Fausto Sassi timonati da Francesco La Valle che vince nel tempo di11’18”81 (domenica scorsa a Cadimare aveva vinto il Marola con 11’18”02), secondo un Cadimare in
forte ripresa in 11’19”21, al terzo posto il Muggiano, anch’esso in ripresa, in 11’22”99, quarto il Fezzano in 11’24”04, quinto Le Grazie in 11’25”32, sesto Portovenere in 11’30”56. Solo settimo il Marola in 11’31”45, ottavo Canaletto in 11’31”66, nono Fossamastra in 11’34”51, decimo Venere Azzurra in 11’52”72, undicesimo San Terenzo in 12’17”66. Squalificato il Crdd per salto di boa ed assente il Tellaro.
Il trofeo della combinata è stato appannaggio del Lerici che conferma quindi la particolare preparazione di tutti e tre gli armi.
Certo sta crescendo l’entusiasmo dei lericini che sognano una doppia vittoria al Palio del Golfo con il bis delle ragazze vincitrici lo scorso anno ed un secondo Palio per l’armo senior da affiancare all’unico già ottenuto che risale al 1986, oltre 25 anni fa.
Ha concluso la bella festa di mare la premiazione sulla spinata sotto il castello pavesata con i colori bianco-verdi del San Terenzo, che è stata effettuata dal sindaco di Lerici Marco Caluri e dall’assessore designato allo sport del Comune Marco Greco, il giovane presidente della borgata marinara che con la sua dedizione e il suo impegno, in questi ultimi anni ha portato la borgata marinara di Lerici, per anni caduta nell’oblio e nel dimenticatoio, agli attuali successi forieri di grandi soddisfazioni.
Pierangelo CAITI

You must be logged in to post a comment.