Muggiano è ancora alla ricerca della forma

IL presidente del Muggiano Massimo Gianello e il capo borgata Massimo Tortorelli lo avevano promesso già da anni e per questa 89a edizione, grazie soprattutto all’ampliamento delle strutture, hanno mantenuto la parola: per la prima volta la borgata numero 8 è riuscita ad allestire anche l’equipaggio femminile, oltre ovviamente all’armo junior e a quello senior.
Sui più grandi erano riposte le maggiori aspettative, essendoci a bordo quattro vogatori esperti e anche titolati.
Eppure la stagione è stata inspiegabilmente deludente, il miglior piazzamento è infatti stato il quinto posto. Complice senz’altro anche la poca continuità degli allenamenti, dovuta ai problemi fisici che hanno colpito ad alternanza i quattro atleti.
Il capovoga è il più giovane dell’equipaggio, Marco Mazzolini, vincitore del palio junior del 2010 con il Fossamastra, di cui detiene ancora il record di 5’32’’46. Dietro di lui Alessandro Aluisini, Fabio Scantamburlo e Fausto Sassi, che nel 2012 riportarono il palio a Lerici. Il primo successo per Aluisini, il terzo per Scantamburlo e il sesto per Sassi, quest’ultimo noto non solo per le vittorie ottenute in Passeggiata Morin, ma anche per i tanti prestigiosi titoli raggiunti a bordo dei gozzi, tra questi ricordiamo l’ultimo: la Coppa Europa a Savona, dove con la barca della Liguria vinse il confronto contro rappresentative regionali e straniere.
«Dalla stagione in corso – dichiara Sassi –ci aspettavamo qualcosa di più. Nonostante i problemi fisici e la poca continuità della preparazione, speravamo comunque di farci vedere in qualche gara. L’augurio è quello di trovare la condizione in questi ultimi dieci giorni e di fare un palio decoroso».
L’equipaggio, timonato da Lorenzo Morra, è allenato dall’esperto Giorgio Lencioni.
È invece andato al di là delle più rosee aspettative, l’equipaggio junior, allenato da Franco Berlenghi e Alex Torreggiani. L’armo è composto quasi totalmente da ragazzi impegnati con la loro prima esperienza. A parte il capovoga, Simone Castorina, ex Fossamastra, gli altri hanno infatti iniziato a vogare solo ad aprile. Il secondo remo è Nicola Carnieri, il terzo Valerio Pulice e Stefano Carrozzo sulla prua. Al timone Alice Berlenghi. Nonostante l’inesperienza, sono riusciti a salire sul podio nelle acque di Lerici, e non è stato un caso, perché i risultati ottenuti nelle gare successive sono stati sempre positivi. «È andato tutto sin troppo bene – dice Simone Castorina – nessuno credeva che un equipaggio alle prime armi potesse ottenere questi risultati, non ci credevamo neppure noi – confessa – Peccato che il prossimo anno non potremo vogare insieme, perché io e Carnieri passeremo senior, altrimenti ci saremmo davvero potuti giocare qualcosa di importante».
Stupisce in positivo anche l’armo femminile, seguito dall’allenatore Damiano Buselli. A bordo le più piccole della categoria, alcune addirittura minorenni. Sono Debora Buselli, Sara Drovandi, Eleonora Aliotta ed Eleonora Esposito, timonate da Alice Berlenghi. Hanno iniziato a vogare pochi mesi fa, eppure rispetto all’inizio hanno avuto dei riscontri davvero buoni. Il miglior piazzamento è arrivato a Lerici, dove si erano qualificate quinte. «Siamo contente per come sia andata la stagione – commenta Sara Drovandi – non ci aspettavamo questi risultati anche se l’impegno che ci mettiamo è tanto, siamo un gruppo affiatato e andiamo d’accordo, sia in barca che al di fuori. Al Palio cercheremo di fare il possibile, ma comunque andrà sarà un successo».
Selene RICCO

You must be logged in to post a comment.